Chiesa del Pantheon e Convento dei Cappuccini

L’edificio svetta nel sito in cui, nei primi anni del Settecento, era stata edificata una piccola chiesa dei padri Cappuccini con annesso Convento. Quest’ultima venne demolita dopo la Prima Guerra Mondiale per dare posto al Pantheon che doveva accogliere le salme di 20 soldati caduti nella Grande Guerra. La nuova chiesa fu inaugurata nel 1932 ed elevata a parrocchia intitolandola all’Ecce Homo, di cui si conserva, sull’altare maggiore, la copia di una statua lignea proveniente da Noto Antica.

Curiosità. Il convento ha ospitato per molti anni i laboratori di una cantina sperimentale che effettuava attività di ricerca, sperimentazione e assistenza ai tanti viticultori locali al fine di migliorare la qualità enologica del comprensorio. Ha creato e prodotto una serie di vini di ottima qualità e contribuito a rendere famoso nel mondo il pregiato Moscato di Noto, un vino liquoroso dal colore ambrato, ideale per il fine pasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.